Modern Witch League – Witchy Books Challenge

Recensione: “Sulle tracce della renna del cielo” di Juha Pentikäinen e Anna-Leena Siikala.

Eccomi qua a scrivere qualcosa su questo libro.
Mi è piaciuto, proprio per il fatto che era diviso in tematiche distinte e trattate in modo individuale.
In sostanza si tratta di una raccolta di 5 saggi riguardanti lo sciamanesimo nordico, in particolare della zona della Lapponia, e mi ha sorpreso non poco scoprire che menzionata nei vari saggi c’era anche l’Italia! Infatti a Roma è custodito un antico tamburo sami risalente al XIV-XV secolo se non ricordo male, scampato ad una campagna di eliminazione da parte della Chiesa nei riguardi dello sciamanesimo sami e lappone.
Sapevo che in quegli anni tutti coloro che erano diversi dal sistema e dalla chiesa erano stati perseguitati, e che così facendo molte minoranze avevano rischiato di scomparire negli anni successivi, ma non mi ero mai posta la questione da un punto di vista “nordico” e riguardanti quei popoli nel quale la spiritualità e lo sciamanismo erano profondamente legati ai ritmi della vita quotidiana.
Mi ha molto colpito anche il saggio sui Khanti, di cui ho già anche parlato in una lettera dell’Alfabeto di Strega.
L’ultimo saggio, che parla del rituale Kasa Taori, il rito di passaggio delle anime da questo mondo all’altro e le problematiche evidenziate in seguito al comunismo nell’Unione Sovietica di Stalin. Sì, perchè le persecuzioni agli sciamani visti dall’U.R.S.S. come dei leader di minoranze etniche e dei personaggi religiosi di riferimento, ha sterminato senza tanti problemi tutti quegli sciamani che erano di livello abbastanza elevato e di esperienza tale da svolgere correttamente questo rito. Un saggio che parla della perdita e della fatica che fanno questi popoli a riprendere le fila delle loro vite e della loro cultura dopo tutto ciò che hanno subito.
Un testo che in conclusione racconta come il tempo e le angherie subite dai popoli praticanti dello sciamanismo abbiano gravemente danneggiato le tradizioni e le conoscenze tramandate di generazione in generazione e di come alcune forme di conoscenze siano così andate perdute.
Mi è piaciuto perché è diverso dagli altri saggi che ho letto in merito allo sciamanesimo. Mi è piaciuta la natura antropologica dei racconti e il taglio molto attuale che nonostante tutto hanno sviluppato queste pratiche, senza dimenticare la tradizione dal quale provengono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...