Contropiede

Ok.
Penso che per lo meno posso dire che con oggi si chiude un grande, pesante, logoro capitolo del mio lavoro.
Fiù.
Nessuna news eclatante, ma sono giunta alla fine di un “affare” che era più grande di me. Amaccata, sì, perché un po’ ammaccata lo sono, ma sono arrivata in fondo.
Non so esattamente se ho fatto bene o male. Ma di fatto, l’ho fatto “a modo mio” e con onestà. Come alcuni oracoli mi avevano suggerito, infondo. Non che io tenga come faro nella nebbia una lettura di tarocchi o rune, ma diciamo che lascio il mio istinto scegliere se seguire o no una strada rispetto ad un’altra considerando quello che esce da lame o rune e… vediamo come va.
Senza testa o coscienza. Così… e penso sia andata infondo. Almeno per ora.
Adesso spero solo che le cose vadano bene come mi hanno detto sempre lame e rune. Ma infondo, che posso fare che non ho già fatto.
Lasciarmi andare, essere quella che sono – che vado benissimo così – e lasciare che le cose accadano infondo so che è l’unica strada che onestamente seguo. Ed è quello che sembra mi vogliano suggerire tutti. Non solo lame e rune. Tutti.
E infondo è giusto che viva le cose così, non come se fossi in punto di morte.
Infondo anche anche a scuola era meglio se mi facevo interrogare per prima, invece che per ultima che così avevo il tempo per farmi venire l’ansia, l’agitazione e i pensieri.
E, diciamocelo, le Amiche di Mestre sono un’aggravante ulteriore in un periodo di merda, e lì non ci posso fare proprio niente.
Anzi, chissà che passino per di qua che così poi è finita… ufff.

È stato un bel week end.
Venerdì dopo la giornata di cacca che ho avuto mi sono detta che volevo uscire, ma forse non era scritto proprio che riuscissi a rilassarmi e a distrarmi. Infatti dopo una serie di pacchi vari ed eventuali mi sono rassegnata a sprofondare nelle coperte e a guardarmi Sex and the City che mi godo ogni volta con gioia.
Riposata, per così dire, perché i sogni sono stati un po’ sull’agitato, sabato mi sono data a mettere in ordine – paroloni per il risultato che ho ottenuto – e il pomeriggio mi sono vista con la Silvia e la Vale per un gelato-non-gelato perché tutte abbiam preso una coca. Chiacchiere e spettegolamenti in rosa. Mi sono rilassata un pochino e mi sono resa conto ancora una volta di più che le cose cambiano… e che le persone cambiano.
Mi domando se sono io che non cambio mai o se cambio ma non me ne rendo conto.
Fatto sta che comunque sono tornata a casa più serena. E ho aspettato Daniele col sorriso.
Abbiamo fatto due passi, in avanscoperta dei luoghi di “campagna” dove mi ritrovo a vivere. Infondo, fuori dalla statale, non è un posto tanto brutto…. È solo la statale a rompere i coglioni.
Tante coccole e tanto amore dopo siamo andati a nanna, e il giorno dopo abbiamo fatto un giretto per Bassano. Mi calma sempre camminare a Bassano. Stare sul ponte o lungo la riva sassosa a vedere il fiume gonfio d’acqua che va, si muove, mentre io lo osservo.

Ieri sera ero completamente rigenerata.
Forse questo mi ha fatto riprendere la forza per bussare io dal capo e giocare di anticipo.
Infondo le mosse in anticipo sono da sempre il mio forte.
E quindi, vedremo come andrà ora la giornata.
Anche perché si prevede sole. E anche se la mia sfiga oggi è a +8, secondo Maga Yogurt (Sfigometro, sfigometro….. fai male alla salute) voglio pensare che infondo possa essere una buona giornata. Infondo la carne per oggi conto di averla già presa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...