Assenze e paturnie

Stamattina pensavo, finché aspettavo da brava autista che il capo arrivasse alla KIA, che a volte è veramente un peccato non godersi il sole che sorge. Non che mi alzi tardi, io infondo mediamente alle 6.45 son in piedi, ma proprio il fatto di non godersi appieno la mattina. Una volta lo facevo, quando non ero una dormigliona cronica, mi alzavo, uscivo in terrazzo o andavo in giardino e leggevo per un po’. Quando il sole mi arrivava addosso gli davo il mio buongiorno, e la giornata cominciava. Mi mancano questi momenti… sarebbe bello poterseli godere ancora una volta ogni tanto…

I miei sono partiti domenica per la Sardegna. Quindi, finalmente in casa regna un po’ di pace. Anche Daniele è via, e io ieri mi sono veramente rilassata. È stata dura partire, come immaginavo, al mattino. Trovare un “perchèèè?” che fosse valido a sufficienza. Ma va benissimo così.
La tragedia si è consumata al lavoro: niente acqua. Ci han chiuso i rubinetti. Presumo a causa della vecchia azienda al primo piano che è fallita… sarà, ma per me è scandaloso. Non si può bere il caffè, non si può andare in bagno, non si può lavarsi le mani, non si può fare niente… ma niente… solo soffrire, come al solito, o dormire, cosa che non è assolutamente ammessa. Tanto che se fossi Fabrizio ne approfitterei e starei a casa, tanto lui è un collaboratore esterno, e anche Stefano infondo, tanto lui lavora ovunque lo appoggi… insomma, il “perché” che devo trovare deve essere mooolto grande, molto più grande del solito.

Oggi inizio palestra. Sono un po’ low battery, ma conto di ricaricarmi (con calma e senza caffè) in giornata. Mi dovrebbero anche arrivare i libri che ho ordinato e speriamo, va’. Che sarebbero circa 3 settimane e mezzo… colpa delle ferie. IBS, bocciato. Ma del resto, le ferie son per tutti.
Daniele è frustrato perché gli tocca star su pure domani e venir giù il pomeriggio. Mi spiace per lui, mi rendo conto che è frustrante, ma infondo lo sapeva. Invece sono preoccupata ANCHE per questo inverno, perché penso che farà spola tra dove è andato l’anno scorso e Udine… ma dico io, affidare i due lavori a due persone diverse?? Perché sempre a lui? Ho provato a dirglielo e lui mi ha detto che gli altri il culo non lo muovono e che quindi tocca a lui. Ma non è giusto… e io mi faccio i miei pensieri pensierosi… e farli nella solitudine non sono mai solo pensieri, diventano pare… molto poco salutari…

Stasera comunque, per ovviare un po’ la solitudine, ho deciso di invitare la Silvia. Ha da dirmi una cosa importante, sembra una di quelle cose successe che vuole raccontare ufficialmente, e … io penso di aver già capito.
Penso che le racconterò del discorso di Daniele di sabato. Ci ho pensato su tutto ieri e a questo punto ho bisogno di sentire un parere “esterno” e “pulito” da paure e pare… ho bisogno di sentirmi dire “che vuoi che sia” perché io non riesco a dirmelo.

Riguardo allo scorso week end invece, devo dire che è stato veramente piacevole. Venerdì (anche se mi avevano fatto arrabbiare al lavoro)  la sera mi sono veramente divertita. Ci siamo trovate con Giulia e i suoi amici e siamo andati al Brintaal. Non c’era Alan Stivell. A dire il vero non c’era nemmeno più musica che siamo arrivate, ma è stata una bella serata comunque. Abbiamo chiacchierato di tutto e di più. A volte penso che sia un peccato non abitare più vicine. Abbiamo anche scoperto un ristorante giapponese veramente bellino e  ci siamo pappate del buon sushi in compagnia. Ho sogghignato parecchio durante la cena e ci siam lanciate parecchie occhiate d’intesa. Ovviamente non sono mancati gli acquisti alle bancarelle. Ce n’erano davvero un sacco che proponevano cose belle. Alla fine ci siamo accontentate di una canotta e una collanina che abbiamo comprato in pandan come l’anno scorso. Mi piace questa specie di abitudine che si è creata e poi è piacevole condividere con qualcun altro l’entusiasmo di trovare libri in una bancarella, la sofferenza del dire “noo, non posso comprarne” (e sono stata brava perché non ne ho comprati visto che oggi me ne arrivano che già avevo ordinato), il fascino di vedere le pietre esposte sulla bancarella e dire “beeellleee” o ancora le risate con una venditrice… anzi un artigiana che registra ufficialmente i suoi prodotti per proteggersi dai copioni…
Veramente una bella serata. Anche i suoi amici comunque sono stati veramente adorabili e molto gentili con me. Forse io sono sembrata un po’ taciturna, però del resto non avevo molto da dire. Comunque li ho ascoltati con piacere e mi han fato ridere un sacco.
Tornata poi dal festival finchè mio papà mi mostrava i suoi acquisti del pomeriggio e io gli mostravo quelli miei della sera, dicendogli che non ho trovato la maglietta con lupo in stile nativi americani come piace a lui, mi fa “Beh, l’anno prossimo a vegno anca mi a sto Brintaal”. Io ho sparato due occhi così e mi son messa a ridere.

Il sabato ho fatto far shopping a Daniele. Siamo andati al Grifone e si è preso un paio di scarpe, anche se non voleva. Ma infondo sapeva anche lui che ne aveva bisogno. Poi ci siamo fermati alla Decathlon e abbiamo fatto shoppin sportivo per me. Maglietta e pantaloni traspiranti ( sommo godimento) per la palestra. Poi una pizza… e come dicevo quel discorso un po’ pesante… anzi, non pesante, serio.
E domenica mi ha lasciato a bocca aperta. Si è messo a sistemare la cappa, ha voluto sistemare il faro, avrebbe sistemato anche il fornello se gliel’avessi permesso, ma per tutto quello che lui voleva aggiustare poi io calcolavo una mezzora abbondante a pulire… e onestamente, di passar la mia domenica a tirar a lustro salotto e cucina… anche no.

E così ieri mi sono regalata una serata tutta per me. Mi sono addormentata con Jovanotti che cantava su Rai Uno… e oggi si ricomincia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...