Modern Witch League – Witchy Book Challenge

Recensione : “Stregoneria Verde II” di Ann Moura

Finalmente (anche se mi dispiace dirlo) ho finito Stregoneria Verde II.
E’ complesso decidere cosa dire di questo libro…

Riguardo al solo libro, in quanto a contenuti quindi, l’ho trovato interessante.
Ho molto apprezzato le meditazioni proposte, in particolare quella della Caverna. Il capitolo sui cristalli anche mi ha molto interessato, ma più in generale tutto il lavoro con gli aspetti oscuri del Dio e della Dea erano qualcosa che non avevo mai trovato trattato in questo modo.
In conclusione il libro in sé è una buona lettura da fare, soprattutto se si ha già avuto modo di leggere il libro precedente, poiché tante cose in questo libro le da per scontate e addirittura in certi punti rimanda a Stregoneria Verde, visto che ne ha già parlato là.

Detto questo… mi permetto di spendere due parole in più sulla versione italiana. Dal mio punto di vista.
In realtà potrei riassumere il tutto con un consiglio: NON COMPRATELA!
Il libro è buono, capitemi. Non sto parlando del libro, ma della sua versione tradotta in italiano dalla Elfi Edizioni.
Ad essere onesta io ancora non mi capacito, adesso che ho finito la lettura completa di questo libro, che una casa editrice abbia il coraggio di pubblicare un libro come questo, e non solo, pretenda anche di farlo pagare! Per di più ben 17 euro!
La mia ingenuità, nel lontanissimo 2006, mi ha portato – complice la disperazione dell’essere in vacanza con una pessima compagnia e senza nemmeno un libro – ad acquistare il libro. Non potevo fare affare peggiore. Mi spiace essere così dura nei confronti di questa edizione italiana, ma non è veramente accettabile che un libro del genere venga messo in stampa.
Il mio lato buonista mi dice “Dai che probabilmente la casa editrice può aver sbagliato bozza da mandare in stampa” magari ha mandato la prima invece che l’ultima corretta.
Fatto sta che comunque, il libro con questa traduzione e questa impaginazione, è proprio un orrore editoriale. Perché anche l’impaginazione era terribile.
Non solo la traduzione sembrava fatta da un bimbo delle medie, ma pure gli spazi e le cadenze delle pagine bianche per far cadere i capitoli nella pagina a destra invece che a sinistra era tutta da rifare.
Anche il tipografo che si è occupato di impostare la stampa… ma non si è fatto qualche domanda??
Non che io sia un esperta, ma è questione di buon senso!!
Era un peccato arrivare ad un punto e dire “bene, ora mi gusto questo pezzo che parla di questa cosa interessante” e trovare presenti continui tradotti LETTERALMENTE (es. I’m writing –> Io sono scrivendo), per non parlare di vocaboli che proprio non ci azzeccano un cavolo col contesto, tradotti male proprio. Ne ho fatto anche un post nella pagina FB del Coven


Per non parlare di tutti gli errori di digitazione vari, che in confronto sono trascurabili.

Spero vivamente che l’autrice non sappia l’italiano e che non le arrivi MAI questo testo per le mani… penso che potrebbe sotterrarsi, o denunciarli – a seconda dell’umore.

È un peccato.
Già sono pochi i libri tradotti in italiano… se poi quei pochi testi interessanti tradotti sono tradotti così… è veramente meglio leggere i testi in originale. Almeno sei sicuro di non leggere libri deludenti come questo.
A volte ci si sbatte di più, perché sono in inglese, ma si ha più soddisfazione.
Senza contare l’utilità intrinseca dell’imparare a destreggiarsi con l’inglese.

In conclusione – per davvero – vorrei consigliare questo libro, oltre a Stregoneria Verde, a chi è interessato a farsi un’idea più completa della tradizione dell’autrice.
In particolare, per chi è interessato, con questa recensione desidero consigliare di NON leggere questo libro in italiano! Ne rimarrebbe deluso.
Fate uno sforzo, leggetelo in inglese. Costa meno, graficamente è pure più godibile, è impaginato BENE e sicuramente anche se non si è molto pratici con la lingua si capirà e si imparerà di più (con il supporto magari di dizionari cartacei e non) confà il dover “interpretare cosa potrebbe voler dire” in quello che la Elfi Edizioni spaccia per italiano.

Mi dispiace sinceramente di parlare male di un libro tradotto in italiano, ma…. sì, magari potevano avere problemi di budget e tutto quello che volete, però non dovrebbe proprio “essere ammesso per legge” la pubblicazione di un libro tradotto (e, sì, anche impaginato) in questa maniera…
L. Milani, chiunque tu sia… mi dispiace, ma questo è veramente un lavoro fatto male! Punto.

Annunci

Un pensiero su “Modern Witch League – Witchy Book Challenge

  1. stormetta ha detto:

    Ho fatto un piccolo controllo sul volume originale in inglese… l’orrore più grande è stato scoprire che “minestrone Scozzese” è in realtà Scotch Broom. Ora mi spiegano come è saltato fuori minetrone da ginestra?!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...