Pensieri in pillole

Sono ormai cosciente che un post serio non lo riesco a fare.
Non riesco mai a trovare tempo, lo scrivo a metà, perdo il filo, mi dimentico il punto… insomma ci rinuncio.

Quindi inaugurerò la rubrica dei pensieri in pillole, che almeno posso pubblicare dal telefono.

***

Quella della scorsa settimana è stata una settimana segnata dalle brutte notizie.
Si attendono ancora le conferme e le smentite, ma comunque è stata una settimana impegnativa.
Tuttavia sono riuscita a trovare lo stesso qualcosa per cui essere felice.

A parte il fatto che i preparativi per il giorno X procedono bene, ho avuto la fortuna di passare un bel week end pieno di goduriosità culinarie.

Sabato sera a sorpresa Dani mi ha voluta portare a mangiar giapponese. Probabilmente si sentiva in debito cosmico per tutte le volte in cui sarei dovuta andare e per un motivo o per l’altro non mi sono unita a lui e alla Fede, e ha provveduto a farmi contenta sabato scorso anche se lui non è un amante del pesce (però intanto dei maki al salmone se li è sbaffati pure lui). Neanche sto a raccontare quanto fossi contenta di andare allo Zushi e quanto mi son goduta la cena.
La domenica abbiamo fatto una grigliata di carne dai suoi e mi sono sbaffatta una bracciola e una salsiccia con un’infinità di contorni. Il tempo era capriccioso quindi ci siamo ritirati subito in casa dopo aver mangiato. Dieci minuti e ha cominciato a piovere. La luce però era spettacolare.
Infine alla sera siamo andati a festeggiare mia mamma che torna al lavoro e “agibile” come diciamo per prenderla in giro (sì lo so che è scorretto, ma si tratta di un modo scherzoso per prenderla per i fondelli). Siamo andati a Camisano a mangiare il pesce dalla Ada. Porzioni da gigante…veramente da gigante!! Sono tornata a casa rotolando e predicando il buon proposito del digiuno purificatore per sta settimana in vista di Pasqua.

Oltre alle gioie culinarie (che già potrebbero bastare, dai) ho avuto una buona settimana anche in ufficio. Non che le rogne e gli smazzacazzi non ci siano stati, però è diverso avere rotture di balle con dei colleghi degni di tale nome con cui condividere le incazzature… anzi, devo dire che infine si sono arrabbiati più loro di me per come certe persone si comportavano. Addirittura la direzione si è leggermente sbilanciata. Il che mi ha sorpreso non poco. Insomma venerdì sono tornata a casa con una soddisfazione sottobraccio (ovviamente non han mancato di farmela pagare in un certo senso, ma lasciamo che si raccontino quel che vogliono). Dove sta la professionalità? XD

In realtà nel week end è arrivata un’altra brutta notizia… non so com’è che in questo periodo la signora con la falce bazzichi così spesso da queste parti.

Anche la mia attività onirica è più florida ultimamente. E sì che sono sempre distrutta quando vado a letto (ieri sera mi sono addormentata col libro in mano, no digo altro) e non dovrei proprio ricordarli i sogni che faccio.
invece sono notti che faccio sogni dai toni cupi; non brutti eh, solo che nei miei sogni c’è quella luce buia del crepuscolo, quando il cielo è nuvoloso, e non è sera, né notte, ma non è più neanche pomeriggio.
E io mi abbarbico a fare cose strane.
Ieri notte ho sognato che ero in una città in rovina, mezza invasa dagli acquitrini puzzolenti e pieni di zanzare, con il sole rosso del tramonto a spuntare ogni tanto all’orizzonte. Ero con le Brut e qualcun altro. Cercavo di uscire dalla città, ma continuavamo ad arrampicarci da un balcone all’altro, immergendoci nelle acque ferme melmose, anche se limpide, e rispuntando in punti asciutti, quasi desertici per poi ritrovarci al punto di partenza a dover riattraversare la città.
La notte prima devo aver sognato una specie di luna park degli orrori dove in una giostra c’era un vero Jason che ci rincorreva (ci rincorreva?).
Stanotte ero in piazza Thiene, che era anche quella allagata, ma era una piscina per “pazzi”, intendo psichiatrici proprio. E c’ero io, la Kikka, qualcun altro che non ricordo che sguazzavamo in questa piscina immensa.

Un altro pensiero felice è che venerdì sono a casa. Pare che il venerdì santo stia particolarmente a cuore alla direzione, e la cosa mi sta benissimo perché inizio ad essere lesa. Devo ancora andarmi a vedere un vestito per il matrimonio, devo andare a tagliarmi i capelli, voglio inviare altri cv, devo prendere le ultime cose per l’addio al nubilato, pensare al video per il matrimonio e alla selezione delle foto. Con la Chiara “fuori gioco per lutto” ho l’agenda un po’ più piena del previsto questo week end, e a Pasqua nonna e suoceri vengono a mangiare da noi, e mia mamma lavora quindi si tratterà di fare tutto di corsa (spesa e preparativi vari ed eventuali). Insomma, meno male che venerdì sono a casa. Ovviamente non farò tutto questo venerdì e sabato, perché mi conosco, ma la lista delle cose da fare è questa.

Sabato poi ho rimesso ordine nel caos di casa.
Ho buttato via un sacco di fogliettini e appuntini inutili (da lavoro) e pocetti, penne, fatture e bolle rimaste sparse nel cassetto del casino. Ho rioriganizzato altarino e addobbini, fatto spazio alla mia piccola gioia “temporaneamente” sopra alla scrivania (staremo a vedere) e preso in mano bollette e carte varie e messe in ordine. Si pensi anche che ho ipotizzato di portare in digitale l’archivio delle bollette! O.O a volte le mie idee mi fanno quasi paura. La mania dell’ordine mi prende del tutto nei momenti più sbagliati. So da tempo che è una cosa da fare, ma quattro anni di bollette da caricare in un foglio Excell… sono troppo per la mia lista dei buoni propositi… mi sa che intanto inizierò con il 2014-2015, e sono già molto speranzosa.

***

Come volevasi dimostrare mi son dovuta fermar tre milioni di volte per scrivere sto post. Da un lato è un bene. Dall’altro me ne dispiace. Mi sa che i “Pensieri in pillola” saranno veramente il futuro di sto blog se va avanti così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...