Giornate da vivere

Iniziamo col dire è che ieri è stata una giornata calda.
Lo sapevamo, ma ci andava bene. Anzi, ci sembrava perfetto.

Quindi prese ferie, recuperati i biglietti, preparati i panini, presa la crema da sole, gli occhiali, vestiti comodi e via… abbiamo recuperato la nostra giornata a Gardaland.

Mi sono comunque alzata all’alba come al solito, per avere il tempo di sistemare la pagina Communication del blog che volevo pubblicare a tutti i costi.
Ed è stata una buona cosa perché ho avuto modo di godermi il sole tenue del mattino ed abbeverare il giardino prima che facesse troppo caldo.

La giornata è stata splendida, non c’era una nuvola. Mi sono divertita un sacco. Ed io e Dani abbiamo passato una giornata assieme di svago – anche se alcuni problemi lavorativi proprio non ci han lasciati in pace – e di divertimento.
Mi sono anche abbronzata un pochino!

Abbiamo avuto uno spiacevole incidente che comprendeva la crema solare, il caldo, il tappo della bottiglietta che perde e un dito di crema sul fondo dello zaino (fortuna avevo messo i panini in un sacchetto sennò non avremmo neanche mangiato). Piuttosto spiacevole. Il lato positivo è che mi sono sparsa sulle braccia, spalle ed in faccia così tanta crema che non son riuscita a scottarmi neanche se erano 34 gradi ed era il primo sole che prendeva la mia pallida pelle.

Era la terza volta che salivo su Magic House e per la terza volta ne sono rimasta sconvolta e affascinata. So come funziona il trucco, lo capisco – che sono i sedili assieme alla stanza che girano – ma è comunque ancora impressionate e per la terza volta ne sono uscita di nuovo scombussolata. E divertita. Molto divertita.

Ho fatto Oblivion, con la sua discesa verticale. Ho urlato così tanto che mi fa mal di gola ancora oggi. Anche se era una giornata splendida comunque non abbiamo trovato proprio così tanta gente. Sospetto che il costo del biglietto (intero € 39,50) abbia fatto una gran scrematura, comunque anche se c’erano gruppi di centri estivi vari ed eventuali abbiamo trovato relativamente poca coda. A parte fuga da Atlantide all’arrivo (15 minuti) e poi Raptor (altri 15 minuti) non abbiamo fatto file più lunghe dei 5-10 minuti. Merito anche della utilissima app del parco che diceva delle principali giostre i vari tempi di attesa.
Se dovete andarci, scaricatevela. Ne vale la pena!!

A parte l’episodio della crema (ed il caldo tremendo) quindi tutto è andato bene. Avendo il biglietto ridotto (noi abbiam pagato € 24,00) devo dire che è stata una giornata che valeva la pena fare. Solo per via del biglietto ridotto perché altrimenti confesso non avrei speso € 40,00 per andare a Gardaland. Il prezzo è decisamente esagerato.

Insomma una bella giornata.
Mi sono ricaricata da un lato e scaricata dall’altro (perché oggi mi sento un catorcio).
Non dico di essere pronta per il matrimonio della Vale domani, ma il fatto di non aver perso una giornata con Daniele, anche perché la data della sua partenza si sta avvicinando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...