Il vero segreto del successo di un blog

Possiamo inventarci una grande campagna marketing, pubblicità ed inserzioni sui social, foto meravigliose, titoli superaccattivanti, mille escamotage SEO per riuscire a piazzarci ai primi posti della ricerca, però siamo onesti: non basta.

Perché manca il principe di tutto il processo,
il vero gioiello della corona:
il contenuto.

Il segreto per avere un blog di successo – soprattutto per iniziare a farsi conoscere – è avere cose interessanti da dire.
Cose che per noi sono perle, scoperte, consigli in base alla propria esperienza, cose che possono essere veramente un valore aggiunto per chi ci legge.
Possiamo avere la miglior tecnica di scrittura ed una conoscenza della grammatica italiana eccelsa, ma se non abbiamo qualcosa di veramente interessante da scrivere non andremo molto lontano.
Quindi il vero segreto per avere un blog di successo è scrivere di cose veramente interessanti, che attraggano lettori e che siano scritte per i lettori, non per il nostro piacere di condividere.

Vi svelo un altro segreto: a nessuno – o a pochi almeno – interessi tu.
Certo c’è chi si affeziona perché per un motivo o per l’altro gli stai simpatica, o vi conoscete o vi siete conosciuti in passato, ma quanti potranno mai essere? 10? 50 a farla grande, includendo amici e parenti vari?
Se non vi interessasse fare visualizzazione e vi va di scrivere per vostro diletto di quello che vi pare si fa eh, ma allora quello è un blog personale, come ho tenuto io questo stesso blog per anni, che è ben diverso da un blog di contenuto dedicato ad un tema.
Se vi volete impegnare a comunicare un messaggio, è su quel messaggio che dovete concentrarvi.
Ci sarete comunque anche voi in qualche modo nel post, certo. Non è un tema di scuola o un compito in classe o una relazione universitaria. E’ un articolo, vostro, la vostra personalità trasparirà comunque. Però non potete scrivere un testo di 900 parole dove 200 sono per il tema principale e 700 su di voi. Semmai la proporzione è opposta.
Perché il cuore dell’articolo è appunto il contenuto che volete trattare e il protagonista è il lettore, non siete voi.
Il destinatario di tutto quello che fate è lui, non dobbiamo perderlo di vista.

A volte quando l’estro creativo ci pervade ci facciamo trasportare e finiamo con il metterci molto di nostro in ciò che stiamo scrivendo.
Anche io per prima *hem hem* più spesso di quanto non mi piaccia ammettere faccio questo errore.
Ecco perché è importante scrivere gli articoli, lasciarli “in pausa” e rileggerli a mente fredda in un altro giorno.
Quello che faccio io? Beh io di solito…. No! questo non va messo .
Ha senso se sto scrivendo una rubrica “Come scrivo il mio blog” ma almeno nel mio caso non è così .
Prova a riprendere l’ultimo post che hai scritto, rileggitelo e se ci sono troppi riferimenti a te tira un bel segno rosso e segnati che questi approfondimenti non vanno messi.
Questo perché il contenuto principe del post deve stare al centro del discorso, sempre. E’ come una star, nessuno si sognerebbe mai di rubarle la scena perché altrimenti lo spettacolo diventerebbe un flop. Perché il pubblico è lì per vedere un suo spettacolo, non il vostro.

Un consiglio per strutturare il post al meglio e non andare fuori tema:

carta e penna,
foglio bianco,
in alto scrivete l’argomento – ad esempio nel mio caso “L’IMPORTANZA DEL CONTENUTO” per questo post – e sotto la scaletta dei punti che volete seguire.

Sulla base dell’argomento che si ha sotto gli occhi continuamente è più facile scrivere dei punti di interesse senza andare fuori tema.

E l’argomento quindi, come lo scelgo?
Come gli do quel “sapore in più” tipico della mia persona, che lo rende unico, esaltando la sua importanza?
Devo capire cosa interessa a chi mi segue ma soprattutto devo capire cosa interessa alla fetta di persone che voglio che mi seguano idealmente.

E’ esattamente come nel business.
Quando cerco di vendere ghiaccio agli eschimesi o li “intorto molto molto bene” perché sono un venditore bravissimo e faccio capire loro che il mio ghiaccio ha del valore aggiunto che il ghiaccio semplice non ha blablabla o comincio a vendere cappotti e abbigliamento per difendersi dal freddo.
Un blog di successo parla di cose interessanti, ma soprattutto ascolta i trend del settore.

Non per nulla ultimamente ad esempio fioccano i post/corsi/video/libri sul freelance, sulla crescita personale, sul reinventare se stessi, sul riscoprire il proprio potenziale e sul cambiare vita in accordo a ciò che sei veramente, perché sono il trend del momento!
Complice anche la situazione del mercato del lavoro, c’è una massa di persone che ha la necessità per mille ragioni diverse di ampliare la propria ottica e capire come unire lavoro e benessere personale.
Io per prima ne sono attratta, sono perfettamente nel target e mi bevo tutti i post e articoli che sbrodolano conoscenza in qualcosa che so potrebbe realizzare dei desideri che ho, che potrebbe cambiare la mia vita, che possano aiutarmi a capire i miei talenti, a realizzare i miei sogni, a diventare una persona in linea con la sua natura che si guadagna il suo posto in questo mondo e ce la fa, sopravvive.
Ecco quindi che persone come Gioia Gottini, Giada Carta, Dario Vignali, Lorenzo Miglietta, Ilaria Ruggeri,  e Chiara di Machedavvero, per fare un esempio, vedono probabilmente un boom di visite, like e corrispettivamente anche di guadagni.
Perché c’è interesse e loro non scrivono mica per raccontarci belle storie su di loro, il loro obiettivo sarà sempre vendere. E hanno ben chiaro in testa chi è il loro cliente ideale e quindi il loro lettore ideale.

Paura di perdere l’opportunità di dire qualcosa che vi caratterizzi, che sia vostro e unico?
Vorrei proporvi un’esempio: con la mia scaletta/schemino alla mano voi scrivereste un post così come l’ho scritto io? Con questo ordine? Mostrando la schaletta? Mettendo punti di elenco? Usando i grassetti/corsivi/colori?
Io non credo.
Quindi se la vostra angoscia è quella di apparire banali o distaccate e non essere più riconoscibili nei vostri post, state tranquille.
Il nostro carattere e la nostra unicità verranno sempre fuori quando scriviamo. Trasuderanno dalle nostre parole senza che neanche ce ne rendiamo conto.

Quindi per concludere, sì facciamo marketing, personal branding, promozione sui social, condivisione, ma non dimentichiamoci che tutto questo lo facciamo per puntare i riflettori sul vero responsabile del successo di un blog: ciò che raccontiamo.
Il contenuto deve essere espresso bene, correttamente e senza errori certo, ma in verità vi dico – e in parte mi contraddico – che se anche un post ha degli errori di digitazione o di grammatica, se ci interessa veramente lo leggeremo lo stesso fino alla fine (ma comunque evitate!!! Vi prego rileggete e non fate errori di grammatica!!!).
E diamo sempre un occhio al destinatario quando scriviamo, senza far diventare il post uno show di noi stessi.

Vi fate anche voi lo “schemino” o la “scaletta” prima di scrivere un post?
Fatemi sapere qui sotto o nei commenti sulla pagina Facebook come fate a strutturare i vostri post, se avete metodi diversi.
Magari sapete tecniche che io ancora non conosco!

Annunci
Pubblicato in: Blog

Un pensiero su “Il vero segreto del successo di un blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...