Le persone luminose

Ho deciso che voglio circondarmi di persone luminose.
Sì, dai, avete capito. Quelle persone positive, attive, cariche, dinamiche, quelle che vi fanno venire voglia di fare le cose, qualunque cosa sia. Riflettere, andare a fare un giro in bici…Anche solo sorridere!
Ecco, quelle persone lì.
Perché sono persone che mi fanno stare bene.
Ma soprattutto perché sono il tipo di persona che io voglio diventare.

Conoscete quel modo di dire, “Sei quello che mangi”?
Bene, io credo che “Sei chi frequenti”.
Pensaci. Quante volte ti senti trascinato in un vortice negativo solo perché attorno a te hai persone che si lamentano, o parlano male  spettegolano, o giudicano le altre persone solo perché amano farlo? Quante volte hai attorno persone costantemente arrabbiate, persone cattive o maligne, o che bestemmiano e urlano? Quanto male vi fa stare passare ore e ore in loro compagnia?

La maggior parte delle volte non sono neanche convinta che sia colpa loro. Il problema in certi casi non viene dall’esterno, ma dall’interno.
Sono persone che magari la vita ha già bastonato o con problemi che li caricano di rabbia, odio, frustrazione…. che finiscono con lo sfogare sugli altri.
Lamentarsi, urlare, bestemmiare, giudicare, parlar male alle spalle… sono tutti modi per buttare all’esterno qualcosa di tossico che ci si sente dentro.
Un modo per fuggire dai propri problemi “vomitandoli” sugli altri.

Ma ho imparato che questa è solo una scusa. E che io non la voglio più accettare.
Quindi ho fatto tutto il possibile per eliminare le persone negative dalla mia vita.
Mi sono purificata. Mi sono tolta dei pesi di dosso. E soprattutto ho capito che tutto quel peso che per anni ho sentito addosso, che mi ha fatto soffrire e sentire intrappolata non era mio.

Succede un po’ per caso; prendi atto di quella che eri, e sei ancora con la testa voltata al passato quando ti rendi conto di aver fatto strada e di essere andata avanti.
Me ne sto rendendo conto, in questo mio 2018 segnato dai nuovi inizi, vedendo tutto quello che è successo a me succedere a qualcun altro.
Qualcuno che ora è come ero io fino a 4-5 anni fa (forse anche meno).
E – a parte il sentirmi vagamente agèe – mi piacerebbe poter dare loro l’aiuto che io non ho avuto. E di che aiuto avevo bisogno? Io avrei voluto avere un esempio.

Ho sempre desiderato avere un mentore, ma non l’ho mai avuto per davvero. Con il tempo ho imparato a vedere la cosa come un’opportunità e una fortuna. Perché quanto spesso i maestri finiscono col deluderci? Meglio arrangiarsi e tracciare da soli la propria strada, ma….che fatica!
Dubbi, errori, figuracce, parole, insulti… non è facile andare avanti a tentativi contro tutto e tutti, ma porta i suoi risultati e dopo tanti capitomboli lungo mia strada solitaria ho capito una cosa: ciò che fa la differenza è l’atteggiamento.
E il cambiamento è stato scegliere di essere positiva.

Il mio “agire in modo puro” – questo suggerimento datomi sottovoce anni fa da qualcuno o qualcosa – mi ha portato a riallinearmi con la vera me stessa, a riconquistare “fette” di me che avevo svenduto perché era più facile.
E ora che mi sento di nuovo (quasi) intera, mi sto rendendo conto che altre persone luminose sono su questa strada. Molti passi avanti a me. Sono persone bellissime, con il sorriso, che trovano dentro di loro la forza di affrontare i problemi della vita senza farsi intaccare dal male delle “faccende quotidiane”, persone che danno tanto di loro senza aspettarsi veramente nulla dagli altri, danno anche solo mostrandosi così come sono. Dando il buon esempio.

Io sono convinta che queste persone siano anime che sono “avanti” a me nel loro percorso, che vita dopo vita hanno imparato qualcosa e che ora hanno su di me un effetto benefico perché mi ricordano che questo viaggio che è la vita è un’opportunità, solo una fase di passaggio in un viaggio molto più grande.
Che possiamo scegliere di prendere il male che abbiamo e affrontarlo ed evolverci superando i momenti difficili e non “vomitarlo” sugli altri, diventando cattivi, cupi, oscuri.
Possiamo scegliere di essere persone migliori.

Ora, non voglio essere generalista. Davvero.
Magari sto prendendo una cantonata incredibile guardando il mondo in questo modo, spaccato in “persone luminose” e “persone oscure”.
Forse la verità è che siamo tutte persone spente, nel senso che se ce lo permettiamo possiamo veramente tirare fuori il meglio di noi e accenderci di una luce unica, incredibilmente bella, che ci porta verso “la versione migliore di noi” e ci mostrerà che la nostra vita può essere molto di più, fuori “dalla nostra scatola”.

Ecco, io voglio accendermi.
E so che posso farlo circondandomi di persone luminose. Persone che fortunatamente la vita mi sta permettendo di incontrare come per magia lungo la mia strada.

Questo nuovo anno voglio che sia così.
Un inizio luminoso di una nuova fase della mia vita, un risveglio.
Un nuovo capitolo fatto di consapevolezza e profondità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...